Blog
media
media
media
05.06.2020

Prezzi ingrosso piante officinali

Prezzi ingrosso piante officinali

Il mondo dei grossisti è un commercio che è rivolto ai piccoli negozietti.

Cerchiamo di fare un quadro completo di come si muove il commercio e anche perché i prezzi ingrosso piante officinali sono sempre molto allettanti.

I consumatori si servono e comprano nei negozi che hanno una vendita rivolta al dettaglio, cioè che è diretta al consumatore per l’appunto. Essi sono rappresentati dai negozietti che vediamo ai bordi delle strade, sui marciapiedi, ma oggi troviamo anche la vendita al dettaglio sui siti web.

Questi negozietti devono comunque comprare i prodotti che vendono. Per questo si devono rivolgere ai grossisti. Questo è un altro scalino. I grossisti vendono a prezzi molto bassi, ma devono vendere solo in base a delle normative esistenti. Un privato, cioè il piccolo consumatore, non può assolutamente comprare e avere dei prezzi ingrosso piante officinali, perché non è in possesso di partita Iva e anche perché non può fare la vendita. Praticamente quello che compra è solo per uso personale.

I prezzi ingrosso piante officinali sono rivolti solo a coloro che hanno la partita Iva e che comprano in grandi quantità. In modo da avere dei prodotti da vendere nei propri negozietti.

Sono convenienti i prezzi ingrosso piante officinali

C’è un pensiero che spesso assilla i negozianti d’erboristeria, vale a dire se sono convenienti i prezzi ingrosso piante officinali. In effetti, anche in questo caso, per dare una risposta alla domanda: se Sono convenienti i prezzi ingrosso piante officinali? C’è da fare una premessa.

I prezzi sono convenienti solo quando si compra molto. I venditori all’ingrosso vendono in base alla quantità. Questo vuol dire che un commerciante che compra un quintale di erbe, avrà un prezzo molto basso rispetto a chi compra 10 chili di prodotto. Quest’ultimo avrà dei prezzi leggermente più alti.

Infatti, sono convenienti i prezzi ingrosso piante officinali sono su grandi quantità. Ovviamente è sempre bene che un cliente interessato faccia le sue domande, perché magari ci sono dei bonus di benvenuto e dei prezzi allettanti per il primo acquisto.

Ogni grossista ha un suo metodo di lavoro e di tutela dei propri clienti.

Quando non si possono considerare dei prezzi ingrosso piante officinali

Ci sono dei consigli da seguire, perché alle volte quando non si possono considerare dei prezzi ingrosso piante officinali, non conviene proprio comprare.

Le erbe officinali, per essere convenienti, devono avere dei prezzi di vendita al dettaglio dove devono recuperare almeno il 30%. Da questo guadagno, che poi si trasforma in utile, ci si dovranno pagare tasse, contributi e altri oneri di commercio.

Se non ci sono dei prodotti che permettono questo “gioco” di vendita, allora non conviene assolutamente comprare. I momenti di Quando non si possono considerare dei prezzi ingrosso piante officinali sono nei periodi estivi, vale a dire quando le feste natalizie o anche pasquali sono lontane, ma si ha il tempo di avere i prodotti nei propri negozi nei mesi di settembre e per tutto l’inverno.

Attenzione alle quantità oltre che ai prezzi ingrosso piante officinali

Soffermiamoci sulle quantità. Un commerciante deve fare attenzione alle quantità oltre che ai prezzi ingrosso piante officinali.

Quando si fa attenzione alle quantità oltre che ai prezzi ingrosso piante officinali si ha una grande disponibilità dei prodotti e dei costi che sono molto bassi, ma questo a beneficio del proprio commercio. Infatti è possibile che, pagando poco il prodotto all’ingrosso, si possa proporre un prezzo allettante per il cliente finale e quindi vendere in grande quantità.

Queste sono le basi per avviare dei commerci erboristici e quindi è importante stare sempre attenti a quello che si compra e anche quanto si compra.

Read More
media
media
media
media
02.01.2020

Tisane che curano la depressione

Tisane che curano la depressione

La depressione è una forma di “trauma” psicologico che degenera con il tempo e che spesso è causato da una serie di problemi ormonali, di scompensi neurologici e via dicendo.

Per curare la depressione esistono anche diverse tisane che curano la depressione. Infatti è erroneo pensare che si tratta di una patologia che nasce nei nostri giorni, anzi si tratta di un problema che fa parte della mente umana. Per questo sono state scoperte e studiate gli effetti di alcune tisane che curano la depressione. Ci sono delle miscele di erbe che risalgono addirittura all’antica Roma e che pongono una cura naturale, ma che era mirata proprio a problemi depressivi.

Oggi si ha una maggiore attenzione a questo problema psicologico anche perché esso porta ad avere una serie di conseguenze che sfociano anche in altre patologie. Per curare o prevenire questa “malattia” ecco che proprio le tisane che curano la depressione, vi aiutano al meglio.

Tisana alla passiflora

La tisana alla passiflora è una di quelle cure mirate proprio ad aiutare i soggetti che soffrono di depressione. La passiflora ha degli acidi interni che sono “eccitanti”, quindi stimolano al meglio le endorfine del sistema nervoso.

Potrebbe sembrare strano, ma le sostanze eccitanti sono utili per equilibrare la reattività mentale e quindi costringono al soggetto che soffre di depressione, di iniziare a reagire. Questo vuol dire che una tisana alla passiflora, assunta anche una o due volte al giorno, ci aiuta proprio a prevenire questa patologia.

Il vantaggio offerto dalla tisana alla passiflora è quello di non soffrire di eventuali effetti collaterali. Infatti, questa tisana aiuta anche a mantenere i pensieri in ordine e la mente particolarmente reattiva. Utile e gustosa, tanto che diventa una buona pausa dove degustare una bevanda alternativa.

Tisana al biancospino

Esistono diverse tipologie di depressioni che attaccano le persone in modo più o meno grave. La tisana al biancospino ad esempio è ottimale per le donne che hanno da poco partorito e si trovano in fase di allattamento.

In questo momento molto delicato si ha a che fare con 3 nuove realtà parallele. La prima quella di essere responsabile verso il neonato, si ha a che fare con una situazione di cambiamento del proprio corpo e soprattutto si è in fase di allattamento.

A questo punto occorre assolutamente una tisana al biancospino che aiuta a curare una depressione port parto, ma anche a non alterare la qualità del latte materno. Se pensiamo che ci sono dei farmaci che curano la depressione che non possono essere date alle donne in allattamento, la tisana al biancospino propone la soluzione ideale.

Tisana sambuco

Desiderate una tisana dolce, che non sia stomachevole, ma che vi offra realmente dei rimedi omeopatici? La tisana sambuco ha una storia che si ispira quasi alla leggenda. Essa aiuta ottimamente i problemi di depressione.

Si tratta di una pianta antichissima che, nella religione pagana, era stata assimilata alla Dea che cura tutti i mali, compresi quelli che spesso derivano dall’alterazione o dallo stress, in poche parole, questa “irritazione” non era altro che la forma di depressione conosciuta all’epoca.

La tisana sambuco era il rimedio usato a livello tradizionale che oggi, anche in base a diverse ricerche, ha evidenziato che essa possiede una serie di elementi nutritivi, principi attivi e oli essenziali che sono mirati proprio a eliminare tale patologia.

Tisana all'iperico

Per ultima, non ultima, la tisana all'iperico è una di quelle erbe che sono utili per la mente, per calmare lo stress o gli attacchi di ansia, ma anche per rimediare al problema della depressione.

L’iperico è facilmente reperibile, sia fresco che anche essiccato. La tisana all'iperico è assolutamente gustosa, molto floreale, ma dolce.

Una buona tisana all'iperico aiuta anche a equilibrare gli ormoni interni che spesso sono la causa principale dei danni “umorali” da cui nasce la depressione.

Read More
media
29.12.2019

Eufrasia per la cura dei tuoi occhi

Eufrasia per la cura dei tuoi occhi

Gli occhi sono la parte del nostro viso che parla senza dire una parola. Lo sguardo è un’arma di seduzione potentissima, ma occorre anche avere una buona protezione per la vista. I rimedi farmaceutici sono tanti, ma non tutti offrono una sicura soluzione.

Perché non preferire una cura omeopatica, totalmente naturale ed economica? L’Eufrasia per la cura dei tuoi occhi, è una cura universale che pone rimedi anche a problemi di allergie, stanchezza degli occhi e via dicendo. Alle volte, durante i periodi più “polverosi” dell’anno, come quando ci sono delle presenze eccessive di polline, i nostri occhi prudono, si arrossano, lacrimano e sono particolarmente irritati.

L’ Eufrasia per la cura dei tuoi occhi è una erba che ha grandi componenti lenitive e assolutamente adatte a mantenere una buona idratazione del bulbo oculare. Proprio questa mancanza di “acqua, all’interno dell’occhio fa nascere molti problemi.

Pensate che, il cristallino e la cornea, si muovono grazie ad una buona idratazione permettendo poi un movimento continuo direttamente a questa muscolatura, ciò consente anche di avere una vista da falco.

Eufrasia tisana

Come assumere tutti i principi attivi che realmente portano poi ad avere la sicurezza di una buona vista? Parlando con riferimento specifico all’eufrasia tisana, ecco che si evidenzia la possibilità di degustare una buona bevanda dal gusto floreale, che poi si unisce ad una serie di principi attivi utili per la vista.

In realtà, proprio il fiore e le foglie di eufrasia garantiscono una ottima soluzione decongestionante e anche sgonfiante se si pongono direttamente sugli occhi. Un rimedio ottimale quando si vuole avere una azione immediata per occhi stanchi, gonfi e che hanno uno sdoppiamento della vista.

Se poi vogliamo eseguire una cura preventiva e quindi aiutare i nostri occhi a non soffrire di determinati problemi, allora possiamo assumere l’eufrasia tisana giornalmente. Infatti, grazie ai principi attivi e anche agli oli essenziali che essa possiede, si ha un aiuto continuativo e si prevengono tanti problemi alla vista.

Eufrasia pianta officinale proprietà

Come mai l’eufrasia offre un aiuto mirato proprio per gli occhi? All’interno di questa pianta si sviluppano una serie di oli essenziali e principi, quali i flavonoidi, quercetina, polifenoli e acido caffeico che sono utili per aiutare la salute dei nostri occhi.

Nell’eufrasia pianta officinale proprietà adatte per mantenere una buona idratazione nel bulbo oculare, ma anche per avere degli elementi che sono eccitanti e quindi mantengono “nervosa” e particolarmente reattiva la retina e il bulbo oculare.

Ovviamente, nell’eufrasia pianta officinale proprietà utili per avere una buona idratazione in tutte le cellule del corpo, ma tuttavia è ottima proprio per coloro che soffrono di allergie, per diversi giorni all’anno, oppure anche per coloro che usano molto il computer per lavoro.

A questo punto, se assumete una tisana di eufrasia al giorno, potreste effettuare una azione preventiva e far diminuire la stanchezza alla vista e l’arrossamento, che sono dei problemi tipici con cui tutti facciamo i conti.

Eufrasia tisana come la preparo

Nonostante le erbe siano ricche di diverse sostanze chimiche, purtroppo esse soffrono di un problema di una “cottura” errata. Infatti, alcune erbe richiedono una cottura di diversi minuti, mentre altre solo una sbollentata. Per questo ci deve essere una buona attenzione per preparare una buona tisana o decotto.

L’eufrasia tisana come la preparo? Il sistema migliore è quello di versare il prodotto in un pentolino e portare ad ebollizione l’acqua che vi collochiamo al suo interno. Si consiglia solo una cottura di due minuti massimo.

Inoltre, l’eufrasia tisana come la preparo per non farla essere amara? Se si lascia il prodotto in infusione, l’eufrasia va a rilasciare anche una maggioranza di sapore amaro che la rende quasi spiacevole come bevanda. Una volta che si porta il tutto a ebollizione, si deve filtrare.

Read More
media
23.12.2019

Erbe officinali brucia grassi

Erbe officinali brucia grassi

Perdere peso senza sudare, senza morire di fame oppure anche senza sentirci in colpa per un dolcetto, è una occasione possibile, ma come? Tramite l’assunzione di erbe officinali brucia grassi si ha una soluzione pratica, ma attenzione che si deve parlare di obiettivi specifici.

Sicuramente, se volete perdere 10 chili in una settimana, non è possibile nemmeno con una assunzione a chili di erbe officinali brucia grassi. Inoltre è anche una pratica assolutamente sconsigliata e pericolosissima per l’organismo.

Il peso si perde in modo continuativo, lentamente, ma anche con un uso specifico delle diverse erbe officinali brucia grassi. Anche perché esse pongono un rimedio ad un problema di organismo che ci sta facendo perdere peso e ci impedisce di perderlo.

Vi siete domandati come mai, avendo un buon stile di vita, una alimentazione sana e si beva anche molto, ecco che non si perde peso? Oppure ci sono molti soggetti che spesso si trovano ad avere un aumento del peso nonostante vadano a mangiare di meno. Come mai? Ebbene, il nostro metabolismo cambia durante gli anni e questo rallenta il nostro organismo. Il risultato è quello di avere un problema di non riuscire a bruciare i grassi, ma si porta ad avere un aumento dell’adipe e del peso.

Le erbe officinali brucia grassi funzionano proprio in modo da poter garantire un riequilibrio del metabolismo e quindi una perdita di peso sicura.

Tisana al tè verde

La prima erba brucia grassi è proposto dalla tisana al tè verde. Perché assumere la tisana al tè verde è non preferire un metodo alternativo per quanto riguarda l’assunzione di queste foglie? Semplice, perché la tisana al tè verde è ricchissima di principi attivi, oli essenziali e polifenoli che sono assunti rapidamente perché sono presenti nell’acqua che ha contribuito alla preparazione della tisana al tè verde.

L’acqua è particolarmente facile da assorbire, si tratta di un “elemento” indispensabile per il nostro organismo e quindi, proprio in questo modo, si ha una azione rapida.

Quando si assume questa tisana si ha una azione diuretica, utile per eliminare le tossine, e una azione di brucia grassi che inizia già dopo qualche ora dalla sua assunzione.

A questo punto dobbiamo dire che, la tisana al tè verde, offre anche una azione antiossidante e antinvecchiamento per le cellule e per i muscoli del corpo che diventano anche molto tonici.

Tisana all'arancio amaro

Si desidera una azione immediata per perdere peso? Allora occorre una tisana all'arancio amaro. L’acido citrico, contenuto in questo frutto, è particolarmente forte per sciogliere il grasso e anche per avere una azione che sia diuretica.

La tisana all'arancio amaro è ideale per quanto riguarda proprio coloro che devono perdere molti chili e quindi hanno bisogno di un aiuto diverso, che sia mirato all’adipe, ma dove ci sia una azione naturale. Le persone che sono particolarmente grasse, hanno un problema di dilatazione dei cuscinetti che si svuotano lentamente e si riempiono velocemente.

Tramite l’assunzione di una tisana all'arancio amaro, anche quotidianamente, si riescono a “riattivare” questi cuscinetti e quindi a perdere peso in modo naturale.

Tisana al carciofo

Spesso nelle diete si consiglia di avere il carciofo come cibo, decotto o anche sotto forma di una tisana al carciofo che è diuretica, depurante e soprattutto brucia grassi.

La tisana al carciofo possiede degli oli essenziali interni che sono depuranti per quanto riguarda l’adipe, nel senso che essi riescono a drenare il grasso e quindi a eliminare le tossine che ci sono. Per avere un’azione ottimale, la tisana al carciofo deve essere tiepida o comunque ben calda.

Il calore offre la possibilità di essere assorbita rapidamente dall’organismo e quindi di perdere peso in modo celere.

Read More
media
media
media
media
17.12.2019

Erbe curative del Perù

Erbe curative del Perù

Ogni Nazione ha una sua medicina tradizionale. Prendiamo in esempio le erbe curative del Perù che sono anche quelle che offrono una vasta gamma di erbe sconosciute nella macchia mediterranea.

Le erbe curative del Perù oggi sono disponibili su internet e quindi tutti le possiamo tranquillamente trovare e usare in casa, anche quotidianamente. Cerchiamo di avere una buona conoscenza dei loro benefici, oli essenziali e principi attivi, anche per curare al meglio la nostra salute e bellezza.

Uncaria tomentosa

Una delle piante che appartengono alla natura del Perù è l’Uncaria tomentosa. Usata anche nella medicina tradizionale e presso diverse tribù, essa offre una serie di benefici per il benessere della salute che sono assolutamente perfetti.

L’Uncaria tomentosa è un ottimo immunostimolante, antinfiammatorio e anche antiossidante. Figuratevi che l’Uncaria tomentosa è usata anche come contraccettivo, sempre per dei metodi determinati di lavorazione e di assunzione delle sue proprietà

Graviola foglie

Un fortissimo antitumorale, che spesso è usato anche per creare una medicina molto efficace, è la graviola foglie. Si tratta di una pianta molto particolare che contiene delle proprità che sono realmente antitumorali e antivirali. Nella graviola foglie ha una grande quantità di cis-annonacina che è utile per distruggere e ridurre i tumori al fegato, colon, polmone e pancreas.

Assumere la graviola foglie anche sottoforma di tisana porta comunque ad avere una azione preventiva utile per la propria salute.

Camu camu

Ideale per le diete o anche per controllare e ridurre il grasso corporeo il camu camu offre delle proprietà che sono utili proprio a smaltire questo adipe. Il camu camu è usato anche sottoforma di decotti e di tisane che sono in grado di ridurre l’appetito e ad attingere alle scorte di grasso esistenti.

In realtà, il camu camu, è proprio utile per seguire una dieta. Si tratta di una pianta peruviana che oggi è possibile trovare nelle migliori erboristerie o su internet.

Aguaje

Utile per la vista e anche per la cura della pelle è l’aguaje. Si tratta di una pianta che produce un frutto che offre la quantità di carotene superiore di 5 colte alle carote stesse. Nell’aguaje troviamo anche una buona presenza di vitamina A che aiuta a riequilibrare la produzione di ormoni e di collagene nel corpo.

Clavo huasca

Una pianta molto conosciuta nella medicina tradizionale peruviana è data dal clavo huasca. Conosciuta per essere una pianta naturale che è un ottimo afrodisiaco, in realtà il clavo huasca offre anche la possibilità di essere un ottimo antidolorifico, in riferimento proprio ai reumatismi. Antinfiammatorio e riequilibrante per la produzione degli ormoni femminili, il clavo huasca è consigliatissimo.

Maca nera

Per i problemi di fertilità maschile, si propone un rimedio naturale che è considerato ideale per aumentare la produzione di sperma, cioè la maca nera. In Perù questo frutto, cioè la maca nera, è usata anche in diverse festività per la fertilità della popolazione.

In effetti, la maca nera non è utile solo per aumentare la fertilità maschile, anche se è una delle sue proprietà principali, ma aiuta anche le donne in menopausa, equilibrando gli squilibri ormonali, e poi per riuscire a prevenire i problemi dati dall’osteoporosi. La sua assunzione può essere si sottoforma di tisana che anche di decotto.

Huanarpo macho

Usatissima nella medicina peruviana, oggi si hanno una serie di benefici che sono stati evidenziati anche da tante ricerche scientifiche, la huanarpo macho è un afrodisiaco a tutti gli effetti che aumenta il desiderio sessuale semplicemente regolando la produzione di ormoni sia nella donna che nell’uomo.

Utile per le coppie che hanno bisogno di un pochino di pepe, anzi in questo caso di un pochino di huanarpo macho, è consigliato come tisana da prendere in due. Una piccola curiosità che riguarda il huanarpo macho è anche quello di riuscire a garantire delle ottime erezioni per gli uomini.

Read More
media
media
media
media
media
14.12.2019

Le 11 erbe officinali per l'inverno

Le 11 erbe officinali per l'inverno

Il freddo intenso invernale e gli sbalzi termici portano ad avere diversi problemi di salute e anche un abbassamento del sistema immunitario.

Le 11 erbe officinali per l'inverno, che vi offrono la possibilità di avere una stagione di malanni pari a zero, portano ad avere diversi benefici. Le 11 erbe officinali per l'inverno garantiscono un aiuto ottimale per il sistema immunitario o per eliminare i primi sintomi influenzali.

Menta piperita

La menta piperita ha proprietà offre un aiuto per problemi di raffreddore e catarro. Quando ormai si è vittime di una infezione dei bronchi e delle vie respiratorie, ecco che la menta piperita offre anche una azione lenitiva proprio per queste parti del corpo.

Ovviamente è possibile avere questa erba sia fresca che essiccata, ma entrambe offrono una buona presenza dei principi attivi e oli essenziali.

Astragalo

La cura del sistema immunitario è importante. Esso può venire danneggiato da diversi malesseri e malanni. L’Astragalo è una erba medicinale che offre la possibilità di avere un aumento delle difese immunitarie.

L’ Astragalo è reperibile nelle migliori erboristerie o su internet. Assunto sotto forma di tisana o decotto, offre la sicurezza di una azione immunostimolante. In questo modo si ha una reazione che sia sempre ottimale per ripristinare il fisico dopo una influenza.

Melissa

La Melissa fa bene per il sistema nervoso. In inverno spesso si soffre di insonnia e la Melissa offre una soluzione ottimale. Essa elimina i problemi di ansia, cefalee date dal freddo, tachicardia e problemi anche dati dal freddo intenso.

La Melissa viene molto usata come tisana e bevanda nelle località montane.

Rosa canina

Possedere grandi quantità di vitamine aiuta ad avere un sistema immunitario forte. La rosa canina apporta un ottimo beneficio proprio per tutto quello che riguarda la vitaminizzazione del corpo. Una tisana o un decotto alla rosa canina, apporta un ottimo beneficio per la salute e allontana anche il raffreddore.

Echinacea

Un antibiotico naturale, che cura anche le febbri più “crudeli”, è rappresentato dall’echinacea.

Questo fiore, cioè l’echinacea possiede una grande quantità di acido caffeinico, alchilamidi e cicorico, che sono principi presenti proprio negli antibiotici. Ecco perché, una buona tisana all’echinacea porta dei risultati eccellenti.

Semi di finocchio

Un aiuto per lo stomaco, per aiutare la digestione o anche il recupero dopo un malanno, è dato dai semi di finocchio. Questa erba offre diversi principi attivi che hanno come obiettivo quello di aiutare lo stomaco a creare una reazione che stimola anche le difese immunitarie. Ottima per i bambini!

Achillea

Crampi allo stomaco? Siete “reduci” da una influenza di stomaco? Allora l’achillea è l’erba adatta a voi. La presenza di flavonoidi all’interno dell’achillea offre una azione equilibrante per gli ormoni e aiuta ad aumentare le difese immunitarie. La sua azione antispasmodica offre sollievo anche alle pareti dello stomaco che hanno subito una infezione e sono irritate.

Anice stellato

L’anice stellato spesso lo ritroviamo in tante ricette natalizie, sia per la sua forma particolare che anche per le qualità che essa offre. L’anice stellato è anche un antibiotico naturale che fa diminuire la febbre, elimina i primi stati influenzali e scioglie il catarro.

Proprio l’anice stellato è uno dei rimedi contro asma e bronchite, conosciuti dall’antica Roma.

Cardo mariano

Periodo di neve? Il freddo intenso porta ad avere delle infiammazioni alle vie respiratorie, ma anche forti mal di testa. Il tutto è facilmente “gestito” dal cardo mariano. Una tisana al cardo mariano, assunta quotidianamente, irrobustisce i capillari delle vie respiratorie e diminuisce i problemi di cefalee e mal di testa da “freddo intenso”.

Tarassaco

Tra le erbe utili in inverno troviamo il tarassaco che viene usato anche per quanto riguarda i problemi dati da mal di gola, placche e anche da infiammazioni dati dal freddo.

Una buona tisana al tarassaco offre anche un ottimo aiuto per lo stomaco e per tutto quello che riguarda l’eliminazione dei batteri che aumentano catarro e raffreddore.

Camomilla

Come molte tisane, la Camomilla, offre la sicurezza di una azione che è rilassante, aiuta per i problemi di insonnia e digestiva, ma è ottimale per combattere i primi sintomi influenzali. Questo vuol dire che si ha a che fare con una azione polifunzionale, ideale per curare i malanni invernali.

Read More
media
14.12.2019

Erbe officinali contro gonfiore di stomaco

Erbe officinali contro gonfiore di stomaco

Il gonfiore allo stomaco avviene a causa di uno stile di vita non troppo sano, del fumo, di una digestione lenta, di una vita sedentaria o anche per un abuso di alcool. Il risultato è quello di compromettere la parete muscolare dello stomaco a causa di una diminuzione dei movimenti dello stomaco.

Chiunque affronti questo problema dovrebbe eseguire una piccola “cura” a base di erbe officinali contro gonfiore di stomaco. Per fortuna ci sono molte erbe officinali contro gonfiore di stomaco che sono anche particolarmente facili da trovare.

Quali sono i fastidi che si provano? Quali sono gli effetti a lungo termine? I fastidi che si provano sono quelli di avere la sensazione di una pancia sempre gonfia e di una pelle o muscolare addominale tesa, quasi dolorante. Nel lungo termine, se non si effettuano nemmeno delle cure a base di erbe officinali contro gonfiore di stomaco, i risultati sono quelli di avere un aumento del peso data dalla mancanza di movimento della parete muscolare dello stomaco e di si accumula anche molto più facilmente l’adipe. Infine, il problema di una dilatazione della pelle, dà luogo anche a delle smagliature.

A questo punto vi chiediamo perché soffrire di questi problemi quando poi si ha la sicurezza di rimedi naturali date dalle erbe officinali contro gonfiore di stomaco senza effetti collaterali?

Melissa tisana

Uno dei primi rimedi che curano il gonfiore allo stomaco, è data dalla melissa tisana. Un fiore semplice, ma dalle multiproprietà. Le sue azioni curatrici sono tantissime, ma la cosa importante è che riesce ad aiutare proprio lo stomaco ad avere una reazione e una diminuzione dei gas interni.

La melissa tisana aiuta la flora intestinale, rilassa i muscoli dello stomaco e pone un rimedio immediato proprio per coloro che spesso hanno dei fastidi digestivi. La melissa tisana dovrebbe essere assunta con regolarità, cioè almeno una volta al giorno, da parte di soggetti che sono fumatori o anche che amano bere. Infatti, grazie alla sua azione depurativa, offre immediatamente un aiuto ottimale.

Infatti, la melissa tisana è molto gradevole come bevanda, dolciastra, delicatissima e per nulla disgustosa. Ideale anche per un “post sbornia”. Provandola potreste rimanere realmente stupiti.

Tisana di finocchio

Il finocchio è una verdura famosissima per la sua azione digestiva. Molto conosciuta dai tempi antichissimi, gli antichi romani amavano degustare una tisana di finocchio o un decotto a fine pasto, perché solo in questo modo la digestione era assicurata.

In effetti, la tisana di finocchio è consigliata anche per coloro che soffrono di reflusso, in modo da unire una cura naturale a un problema che spesso è fastidioso e doloroso. La sua azione è diuretica, quindi aiuta anche a “spurgare” dalle tossine il fegato.

Inoltre, per coloro che soffrono di gonfiore allo stomaco, la tisana di finocchio, è una soluzione che può essere assunta una o più volte al giorno. Non si hanno effetti collaterali e nemmeno problemi di sovra dosaggio.

In uno o due giorni vi troverete ad avere una pancia sgonfia e una ottima digestione.

Tisana al carciofo

Nella credenza medicinale tradizionale, la tisana al carciofo, spesso viene paragonata con quella al finocchio per gli effetti diuretici, calmanti e sgonfianti che essa offre. In realtà possiamo dire che sono analoghe, ma diciamo che la tisana al carciofo è portata per quei soggetti che spesso possono avere anche dei problemi di cattiva digestione, di un problema allo stomaco, per il reflusso e anche per problemi di fegato. Tutti questo porta ad avere un forte gonfiore che può essere poi curato direttamente da parte di una tisana al carciofo.

Il sapore della tisana al carciofo è comunque piacevole, alcune volte potrebbe sembrare amarognola, ma questo dipende anche dal tipo di coltivazione.

Read More
media
media
media
10.12.2019

Erbe officinali rafforzano sistema immunitario

Erbe officinali rafforzano sistema immunitario

Il sistema immunitario è presente in ogni forma di essere vivente, perfino le piante hanno un sistema immunitario, potrebbe sembrare assurdo, ma è così.

I soggetti che devono assolutamente far crescere e prosperare il proprio sistema immunitario sono i bambini e gli anziani, cioè i soggetti più fragili. Le erbe officinali rafforzano sistema immunitario sono un sistema pratica e che non induce, tramite reazioni chimiche o farmacologiche, il nostro corpo a un sistema immunitario “fasullo”, ma vero. Infatti, proprio grazie le erbe officinali rafforzano sistema immunitario si ha una stimolazione naturale.

Il corpo umano, per essere sempre in forma è anche per avere un ottimo equilibrio che riguarda dell’organismo deve cercare di assumere delle sostanze e dei principi attivi che sono tratti direttamente dalle erbe officinali rafforzano sistema immunitario.

Echinacea tisana

L’echinacea tisana è un fiore che, non appena è stato immesso sul mercato, ha riscosso un grande soggetto presso il piccolo consumatore. Usata per diversi motivi, come aumento del sistema immunitario, ripristino del suddetto e anche per la cura degli stati febbrili, è bene accetta anche dai bambini.

Nell’ echinacea tisana si ha la possibilità di far assumere delle sostanze che sono utili per il nostro organismo. Infatti, la sua reazione è quella della “stimolazione” e di “equilibrare” i problemi che riguardano il sono sistema immunitario.

La sua azione è immediata perché, nella echinacea tisana, si ha a che fare con dei principi attivi “smolecolati” perché allo stato liquido e quindi ecco che si evidenzia la possibilità di avere un assorbimento rapido di questi principi.

Uno dei motivi migliori che dovrebbero sempre spingere un soggetto ad assumere una echinacea tisana è quello che riguarda la mancanza di effetti collaterali.

Rosa canina tisana

La rosa canina tisana ha un sapore molto asprigno, alle volte anche amaro, che comunque può essere addolcito con del miele di acacia o di millefiori. Perché assumere la rosa canina tisana? Per il semplice motivo che questo fiore, che viene considerato anche come una erba medicinale, offre la possibilità di avere una cura continuativa per il sistema immunitario.

Spieghiamo cosa vogliamo dire. La rosa canina tisana, quando si è vittime di uno stato febbrile, di un forte raffreddore o di una infezione che ha danneggiato gravemente il nostro sistema immunitario, tende a eseguire una “reazione” di “riparazione”.

Esso attacca la malattia che vi sta logorando in modo da porre già un aiuto per quanto riguarda proprio il “debellare” di questo problema. In seguito aumenta le difese del sistema immunitario in modo diretto. La rosa canina tisana offre un “toccasana” per il nostro organismo.

Uncaria tomentosa tisana

Ohi, ohi, siamo deboli e debilitati? Ci siamo da poco ripresi da un forte raffreddore? Cosa fare? Dobbiamo stare attenti proprio a non avere delle ricadute che sono solite in questa fase di “ripresa”. Il nostro sistema immunitario è particolarmente fragile e semplicemente non funziona bene.

Questo vuol dire che lo dobbiamo “rinvigorire”, ma come? Una uncaria tomentosa tisana è la soluzione ideale. Infatti, si tratta di una erba che da sempre è consigliata dagli esperti proprio per questi periodi di malanni”.

L’uncaria tomentosa tisana è facile da trovare e facile da preparare. Assumere l’uncaria tomentosa tisana è un rimedio a portata di mano di tutti.

Graviola capsule

Un altro rimedio ottimale, a livello erboristico, è quello che riguarda la graviola capsule. La graviola ha dei principi attivi che sono utili proprio al nostro sistema immunitario, ma in piccole quantità.

In poche parole, se vogliamo avere un aiuto immediato, ottimale e senza effetti collaterali, meglio che si assumi la graviola capsule che è di facile da “digerire” e dove il nostro organismo non avrà mai degli effetti collaterali fastidiosi.

Read More
media
media
media
10.12.2019

Erbe officinali contro l'insonnia

Erbe officinali contro l'insonnia

Svegliarsi nel cuore della notte, vuol dire non riuscire più a prendere sonno. Soffrire di insonnia, dove ci si rigira per ore ed ore nel letto, senza trovare pace, pensando al giorno che si avvicina oppure provando a contare le “pecorelle”, nel vano tentativo di dormire, porta uno stress mentale e fisico molto grave.

Le erbe officinali contro l'insonnia nascono per porre rimedio agli stadi principali di questa “patologia”, che si sviluppa per stress o per mancanza di produzione di melatonina. La difficoltà ad addormentarsi è quella facilmente curabile con le erbe officinali contro l'insonnia.

Il secondo stadio è quello dei risvegli notturni che si diversificano per brevi momenti di “dormiveglia”, fino a rimanere con gli occhi totalmente spalancati. Questi sono dei problemi frequenti anche nei bambini e dove si può avere un aiuto dalle erbe officinali contro l'insonnia.

Il terzo stadio, che molti non riconoscono come problemi di insonnia, è il risveglio anticipato. In questo caso si ha un problema di non dormire abbastanza ore e quindi la mente rimane sempre stressata. Nel lungo termine, parlando di appena 2 mesi di risveglio anticipato, si creano attacchi di ansia e anche scarsa concentrazione.

Tisana di escolzia

Un fiore bellissimo, che ha dei petali sottilissimi e una splendida colorazione, e che offre anche la possibilità di una tisana di escolzia gradevole e piacevole. La tisana di escolzia è utile anche perché riesce a equilibrare l’umore e il sonno.

Esso riesce a stimolare diversi meccanismi dell’organismo riuscendo a proporre una cura naturale e con ottimi risultati proprio sui problemi del sonno. Come mai la tisana di escolzia funziona cosi bene? Perché al suo interno troviamo delle sostanze ipnoinducenti che conducono alla sonnolenza, ma attenzione non si tratta di una droga, ma solo di un rilassamento della muscolatura e della mente a causa di un aumento delle endorfine.

La tisana di escolzia ha un ottimo effetto rilassante, ecco perché la consigliamo anche per i bambini in modo che essi abbiamo un sonno naturale senza avere una “induzione” a dormire.

Tisana di passiflora

Il fiore della passione, conosciuta come la passiflora, ha un sapore molto dolce e una tisana di passiflora è esattamente l’ideale per avere una piacevole cura omeopatica per combattere il sonno. Un ottimo rimedio che è conosciuto da sempre.

Ci sono tanti farmaci che sono stati creati agli estratti di passiflora. La tisana di passiflora è ottimale anche perché, grazie alla forma “acquosa”, essa contiene solo i principi attivi che appartengono a questo fiore. Ad ogni modo, quando la tisana di passiflora si può assumere anche durante la giornata in modo da stimolare un sonno naturale.

Quando si assapora una tisana di passiflora si scoprono delle note di sapore delicato, floreale e particolarmente dolciastro che sono bene accette anche da chi ha un palato molto goloso.

La tisana di passiflora è adatta per i risvegli notturni perché offre una piacevole sensazione di rilassamento totale.

Tisana di valeriana

La valeriana è spesso usata come calmante e anche come “sonnifero”, ma occorre sapere che quando si prepara una tisana di valeriana, occorre che siano presente le radici di questa pianta perché è in questa parte della valeriana che si ha una grande presenza di diversi principi attivi.

Un segreto che non tutti conoscono, ma che noi sappiamo benissimo, è che la tisana di valeriana potrebbe perdere l’effetto se la si assume tutti i giorni. Infatti, in questo modo il nostro corpo si abitua a questa sostanza e quindi non ha più alcun effetto.

A questo punto, quando si assume una tisana di valeriana, si deve berla per una settimana e poi sospendere per un’altra settimana, a questo punto la si assume nuovamente.

Read More
media
media
09.12.2019

Erbe officinali che curano problemi intestinali

Erbe officinali che curano problemi intestinali

I dolori intestinali sono tanti e diversi. In base a batteri, virus, stile di vita o influenze di “stomaco”, ecco che si hanno dei dolori diffusi che poi preoccupano quando si parla di bambini.

Per non avere dei problemi nella scelta dei diversi farmaci, dove si offrono anche degli effetti collaterali degenerativi, meglio approfittare delle erbe officinali che curano problemi intestinali.

La medicina nasce proprio dagli effetti benefici che sono offerti dalle erbe. Nel corso dei secoli si sono avuti degli studi specifici, da diversi medici che sono passati anche alla storia, per curare tanti problemi che caratterizzano il corpo umano. La medicina ha radici antichissime che nascono proprio con lo studio delle erbe officinali che curano problemi intestinali.

Avete mai seguito i famosi “consigli della nonna” che per curare il mal di pancia si doveva usare questa erba oppure per curare delle infezioni intestinali è meglio usare l’altra? Tutti abbiamo avuto dei nonni, genitori o zie che consigliano delle erbe officinali che curano problemi intestinali proprio per gli ottimi rimedi che spesso si hanno.

Tisana alla liquirizia

La liquirizia ha degli ottimi effetti per quanto riguarda dei problemi intestinali. Non parliamo delle caramelle alla liquirizia che sono molto artificiose e piene di zucchero, ma preferiamo parlare della pianta della liquirizia che offre tanti benefici.

Una buona tisana alla liquirizia offre un sapore molto gradevole, particolarmente apprezzata dagli adulti che possono degustare una bevanda “saporita”. Ci sono anche molti effetti attivi e passivi che riguardano la tisana alla liquirizia, vale a dire quella di avere dei sicuri effetti per risolvere dei dolori o problemi intestinali, ma offre anche la possibilità di calmare la tosse ed aiuta anche la flora intestinali a ripristinare il suo equilibrio normale.

Vogliamo sottolineare che la tisana alla liquirizia ha un gusto realmente molto piacevole ed è anche unico nel suo genere. Infatti, in nessun’altra miscela di erbe o anche di erbe singole, potreste trovare un sapore uguale. La consigliamo anche come tisana da bere per rilassarsi.

Tisana alla frangola

Una pianta che offre diverse soluzioni ai tanti problemi intestinali che si hanno è proposta dalla frangola. La tisana alla frangola è di due tipi. La tisana alla frangola può essere preparata la corteccia, dove ci sono dei principi attivi che sono utili per combattere eventuali infezioni delle pareti dello stomaco che poi hanno creato anche una estensione dell’infezione all’intestino e al tratto urinario. In alternativa, la tisana alla frangola con i suoi frutti, cioè le bacche che produce, portano ad avere un’azione lassativa e depurante.

Esiste anche la possibilità di avere una tisana alla frangola con entrambe le due parti della pianta.

Una domanda che sicuramente vi sovviene è: quale sia il sapore della tisana alla frangola? Nonostante il nome sia molto simile alla fragola, ma in realtà è frangola, ecco che spesso si crede che si abbia un sapore dolce, ma non è così!

Attenzione che non stiamo dicendo che essa sia disgustosa, anzi. Il suo sapore è asprigno allo stato puro, ma che può essere facilmente addolcito con del miele perché non è troppo accentuato.

Tisana alla senna

Poco conosciuta, ma che è una erba che appartiene alla medicina tradizionale orientale, specialmente indiana, è la tisana alla senna che offre un ottimo aiuto per i problemi allo stomaco e all’intestino.

La tisana alla senna è purificante per questa parte del corpo. Infatti, proprio per le sue azioni depurative, porta a eliminare i primi dolori di stomaco dati dai batteri che proliferano nel nostro corpo. Non solo, essendo lassativo, porta ad avere una pulizia del corpo e delle tossine in modo da stimolare la muscolatura interna.

La tisana alla senna deve essere assunto una volta ogni due giorni e non si deve mai abusare del suo uso per non avere poi l’effetto contrario.

Read More