Blog
media
media
media
10.12.2019

Erbe officinali contro l'insonnia

Erbe officinali contro l'insonnia

Svegliarsi nel cuore della notte, vuol dire non riuscire più a prendere sonno. Soffrire di insonnia, dove ci si rigira per ore ed ore nel letto, senza trovare pace, pensando al giorno che si avvicina oppure provando a contare le “pecorelle”, nel vano tentativo di dormire, porta uno stress mentale e fisico molto grave.

Le erbe officinali contro l'insonnia nascono per porre rimedio agli stadi principali di questa “patologia”, che si sviluppa per stress o per mancanza di produzione di melatonina. La difficoltà ad addormentarsi è quella facilmente curabile con le erbe officinali contro l'insonnia.

Il secondo stadio è quello dei risvegli notturni che si diversificano per brevi momenti di “dormiveglia”, fino a rimanere con gli occhi totalmente spalancati. Questi sono dei problemi frequenti anche nei bambini e dove si può avere un aiuto dalle erbe officinali contro l'insonnia.

Il terzo stadio, che molti non riconoscono come problemi di insonnia, è il risveglio anticipato. In questo caso si ha un problema di non dormire abbastanza ore e quindi la mente rimane sempre stressata. Nel lungo termine, parlando di appena 2 mesi di risveglio anticipato, si creano attacchi di ansia e anche scarsa concentrazione.

Tisana di escolzia

Un fiore bellissimo, che ha dei petali sottilissimi e una splendida colorazione, e che offre anche la possibilità di una tisana di escolzia gradevole e piacevole. La tisana di escolzia è utile anche perché riesce a equilibrare l’umore e il sonno.

Esso riesce a stimolare diversi meccanismi dell’organismo riuscendo a proporre una cura naturale e con ottimi risultati proprio sui problemi del sonno. Come mai la tisana di escolzia funziona cosi bene? Perché al suo interno troviamo delle sostanze ipnoinducenti che conducono alla sonnolenza, ma attenzione non si tratta di una droga, ma solo di un rilassamento della muscolatura e della mente a causa di un aumento delle endorfine.

La tisana di escolzia ha un ottimo effetto rilassante, ecco perché la consigliamo anche per i bambini in modo che essi abbiamo un sonno naturale senza avere una “induzione” a dormire.

Tisana di passiflora

Il fiore della passione, conosciuta come la passiflora, ha un sapore molto dolce e una tisana di passiflora è esattamente l’ideale per avere una piacevole cura omeopatica per combattere il sonno. Un ottimo rimedio che è conosciuto da sempre.

Ci sono tanti farmaci che sono stati creati agli estratti di passiflora. La tisana di passiflora è ottimale anche perché, grazie alla forma “acquosa”, essa contiene solo i principi attivi che appartengono a questo fiore. Ad ogni modo, quando la tisana di passiflora si può assumere anche durante la giornata in modo da stimolare un sonno naturale.

Quando si assapora una tisana di passiflora si scoprono delle note di sapore delicato, floreale e particolarmente dolciastro che sono bene accette anche da chi ha un palato molto goloso.

La tisana di passiflora è adatta per i risvegli notturni perché offre una piacevole sensazione di rilassamento totale.

Tisana di valeriana

La valeriana è spesso usata come calmante e anche come “sonnifero”, ma occorre sapere che quando si prepara una tisana di valeriana, occorre che siano presente le radici di questa pianta perché è in questa parte della valeriana che si ha una grande presenza di diversi principi attivi.

Un segreto che non tutti conoscono, ma che noi sappiamo benissimo, è che la tisana di valeriana potrebbe perdere l’effetto se la si assume tutti i giorni. Infatti, in questo modo il nostro corpo si abitua a questa sostanza e quindi non ha più alcun effetto.

A questo punto, quando si assume una tisana di valeriana, si deve berla per una settimana e poi sospendere per un’altra settimana, a questo punto la si assume nuovamente.

Read More